Non categorizzato

Covid 19 e gli effetti sui viaggi internazionali

L’impatto delle restrizioni di viaggio causate dal Corona Virus sui procedimenti consolari e di estensione dello status 

La pandemia globale del Virus Corona sta colpendo il tessuto socio-economico delle democrazie occidentali. Dopo che l’epicentro si è trasferito dalla Cina all’Europa, quindi dall’Europa agli Stati Uniti, il virus continua la sua marcia inesorabile mentre auspicano un possibile contenimento. I paesi di tutto il mondo hanno emesso restrizioni di viaggio dentro e fuori i loro confini. Compreso il governo degli Stati Uniti, che ha parzialmente chiuso i suoi confini con Messico e Canada. Ma quali sono gli effetti immediati delle restrizioni su coloro che hanno già avviato un processo di richiesta visto consolare o che hanno un Visto in scadenza ?

Picture of countries border closures

Chiusura di aAmbasciate e Consolati Americani all’estero

 Il primo ed inevitabile problema è la chiusura dei Consolati e delle Ambasciate Americane all’estero per motivi di sicurezza pubblica. Tutti gli appuntamenti e le interviste per i visti sono stati sospesi e rinviati a una data da destinarsi. Le autorità consolari hanno chiarito che tutti coloro il cui appuntamento è stato annullato, di non per prenotare un nuovo appuntamento, ma di attendere la comunicazione diretta da parte dell’autorità consolare stessa. Un’attesa di questo tipo però, può influire negativamente alcuni casi particolari. Ad esempio, un ritardo prolungato per l’emissione del Visto può infatti causare una grave perdita in termini di investimenti, non permettendo alle persone di tornare negli Stati Uniti e gestire la propria attività. In tali circostanze, si consiglia di tornare al più presto negli Stati Uniti e di richiedere una consulenza legale.

.

Il rischio di superare i limiti del B-1/B-2 Visa

Un altro problema causato dalle restrizioni di viaggio è il rischio del cosiddetto “overstaying” (equivale a rimanere illegalmente negli Stati Uniti oltre i limiti del Visto turistico). In effetti, molte persone sono ora bloccate negli Stati Uniti con un visto B-1 / B-2 in scadenza. In questo caso, si consiglia di rivolgersi a un avvocato e di richiedere, se disponibile, un’estensione dell’ESTA presentando il modulo I-539 (e I-539A, se del caso, eventuali familiari) all’USCIS, prima della scadenza del termine autorizzato. Questa potrebbe essere un’opzione adatta, soprattutto alla luce del Global Level 4 Health Advisory del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti per evitare tutti i viaggi internazionali a causa dell’impatto globale del COVID-19. A tal fine, l’USCIS prevede una procedura per richiedere un’estensione dello status in caso di catastrofe naturale e altre situazioni estreme, tra cui, in questo caso, l’emergenza COVID-19.

Estensione dell’ESTA

In generale, estendere lo stato ESTA può essere complicato. Tuttavia, durante l’epidemia di COVID-19, tornare nei paesi di origine potrebbe non essere un’opzione. In particolare, quei paesi in cui l’emergenza pandemica ha portato al collasso dei sistemi sanitari, tra cui Italia, Spagna o Francia, tra gli altri. In questo caso, raccomandiamo di consultare un legale e di contattare il U.S. Customs and Border Protection (“CBP”), per estendere lo status ESTA. In effetti, ai sensi dell’8 CFR 217.3 (a), in caso di grave emergenza, il Direttore distrettuale competente può, a sua discrezione, concedere un periodo non superiore a 30 giorni e consentire all’individuo di evitare di superare il proprio status legale negli Stati Uniti. Pertanto, speriamo che le autorità possano esercitare il buon senso durante questa crisi internazionale e convalidare le richieste di estensione dell’ESTA presentate al CPB.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarci.

Autore: Giorgio Polacco, Attorney at Law
Co-Autore; Carmen Arce, Attorney at Law

Le informazioni qui contenute non costituiscono consulenza legale.

  1. https://www.sandiegouniontribune.com/news/border-baja-california/story/2020-03-20/u-s-mexico-border-partial-shutdown; e https://eu.usatoday.com/story/travel/news/2020/03/18/coronavirus-united-states-canada-border-shut-down-trump-says/2863086001/
  2. https://travel.state.gov/content/travel/en/traveladvisories/ea/travel-advisory-alert-global-level-4-health-advisory-issue.html
  3. https://www.uscis.gov/humanitarian/special-situations

Nessun risultato trovato.

Menu